Il Matrimonio Simbolico: è un rituale il cui fine è quello di testimoniare l’unione tra due persone, ma che non ha alcun effetto legale in quanto non é si attiene né al rito civile né a quello religioso, non essendo svolto nei Pubblici Uffici e non essendo celebrato da Ufficiali di Stato Civile o da Ministri religiosi.Qualora la coppia voglia che il matrimonio sia legalmente valido deve provvedere a unirsi con rito civile in comune o con rito religioso in Chiesa seguendo la prassi necessaria.I vantaggi di questa soluzione sono il fatto che Il rito simbolico può essere interamente personalizzato (sono gli sposi a decidere le letture da inserire, la musica, i riti, ecc), può essere celebrato da un amico o da un parente, e può svolgersi ovunque.Chi sceglie un rito simbolico lo fa per poter celebrare nel giardino di casa, ,nel parco di una villa, sulla spiaggia, e in qualsiasi altra location caratteristica e suggestiva come una splendida nave da crociera. La partecipazione emotiva degli sposi, ma anche degli invitati è di solito più elevata rispetto ai riti più tradizionali, in quanto l’atmosfera è resa molto più coinvolgente.É adatto a chi non ha credenze religiose, a chi crede che non serva un documento per giurarsi amore eterno, a chi ha degli impedimenti per sposarsi civilmente o religiosamente e a chi risiede all’estero ma ha comunque piacere di sposarsi in Italia.Questo tipo di celebrazione viene adottata anche dai coniugi che vogliono rinnovare le promesse di matrimonio.Di solito le coppie che decidono per il matrimonio simbolico vanno in comune il giorno prima o anche il giorno stesso del matrimonio ma solo con i testimoni o magari i genitori. Il matrimonio civile viene dunque vissuto come un semplice e intimo atto burocratico (quindi niente abito bianco, confetti ecc..), mentre la vera cerimonia sarà quella simbolica che si terrà alla location o in qualsivoglia luogo.